Widget Image

Via Don Sebastiano De Rosa, 19
80022 Arzano (NA)

info@brighterhome.it

081 573 3038

334 368 9582

Concept & Design ADP Software Sas

Categorie Shop

Orologio Enterprise Romano D110cm

Orologio Enterprise Nero e Argento D110cm

360,00

Prodotto 100% originale. Se sei interessato a prodotti non presenti nel sito non esitare a contattarci.

Orologio Enterprise
Diametro 110cm
Spessore 4cm

Colore Nero & Argento!

1 disponibili

COD: 4030673445644 Categorie: , Tag: ,
Descrizione

Descrizione

Orologio a Muro – Orologio romano – Orologio

I meccanismi degli orologio romano a muro funzionano grazie al moto delle ruote e dei pignoni che trasmettono l’energia della molla di carica. E grazie ad un numero variabile di denti, suddividono il tempo in secondi, minuti, ore, giorni, e così via.

Ma come sono sostenute queste ruote? Su quale base poggiano?

Il meccanismo di un orologio è assemblato sulla platina, una placca metallica, in genere in ottone rodiato o dorato. Questa costituisce la base sulla quale poggiano tutte le parti del meccanismo. Viene lavorata in modo che abbia fori, fresature e perni nelle dimensioni e posizioni necessarie per supportare gli incastri dei diversi componenti. La sua dimensione, che copre l’intero movimento, la rende il componente di base per l’assemblaggio.. Sostiene infatti nelle loro posizioni tutti gli ingranaggi. La platina è solitamente rotonda, ma per gli orologi di forma può subire alcune varianti, la più comune delle quali è rettangolare.

I i perni) delle ruote del movimento poggiano quindi, da un lato, sulla platina. L’altro lato, i pignoni sono bloccati dai ponti: realizzati nello stesso materiale della platina, vengono fissati su quest’ultima con delle viti, e si incastrano perfettamente con gli ingranaggi, i cui pignoni sono accolti in appositi fori. La funzione dei ponti è quella di mantenere il giusto posizionamento di assemblaggio dei vari elementi meccanici, e di permettere una ottimale rotazione dei perni. Il ponte con il ruolo più importante nel movimento, tanto da avere un suo nome, è quello del bilanciere, detto “coq”, che sostiene l’organo vitale e più delicato dell’orologio.